Chirurgia estetica

MASTOPLASTICA ADDITIVA • MASTOPESSI • ADDOMINOPLASTICA • BLEFAROPLASTICALIFTINGOTOPLASTICARINOPLASTICALIPOFILLINGLIFTING ENDOSCOPICO

image1

MASTOPLASTICA ADDITIVA

La mastoplastica additiva è un intervento che produce un aumento del volume delle mammelle. Questo si ottiene mediante l'introduzione di protesi mammarie. Candidate per tale operazione sono donne le cui mammelle sono sproporzionatamente piccole o che abbiano perso consistenza o siano pendule a seguito di ripetuti allattamenti, oppure che abbiano forma e volume indesiderati o che siano asimmetriche. In quei casi in cui le mammelle siano molto pendule, può essere necessario un intervento di mastopessi in aggiunta o in sostituzione della mastoplastica additiva.

La tecnica di elezione che utilizziamo nella maggioranza dei casi è la tecnica dual-plane, che consiste nell'inserimento della protesi sotto al muscolo pettorale, a sua volta separato dalla ghiandola mammaria. L' incisione cutanea di accesso di 4.5 cm migliore è quella periareolare, ma non può essere effettuata se l'areola è di dimensioni troppo piccole per poter consentire l'accesso della protesi, in tal caso la cicatrice casca a livello del solco sottomammario.

Trattamento post-operatorio

Il lavoro e le attività sociali dovrebbero essere ridotte per almeno 1 settimana dopo l'intervento. Potranno essere riprese le attività sportive dopo 4-6 settimane a seconda della intensità dello sforzo.

TORNA SU


MASTOPESSI

La mastopessi è un intervento predisposto per il rimodellamento e il sollevamento della mammella senza riduzione o aumento di volume.

L'operazione prevede un rimodellamento del tessuto mammario con spostamento dell'areola in una posizione più alta con un aumento della consistenza della mammella e mediante una riduzione del tessuto cutaneo. La mastopessi non comporta un aumento di dimensione delle mammelle.

Trattamento post-operatorio

La medicazione verrà rimossa dal medico e non deve essere rimossa e/o bagnata dalla paziente. Dopo 24-48 ore verranno rimossi i drenaggi aspirativi.
È consigliabile nelle 2 settimane successive all'operazione non sollevare le braccia sulla testa, evitare qualsiasi sforzo fisico e dormire in posizione prona.
Docce, bagni sono consentiti dopo la rimozione delle medicazioni, generalmente dopo 1 settimana. Il trattenersi a lungo nella vasca da bagno non è consigliabile.

TORNA SU


ADDOMINOPLASTICA

L'addominoplastica consiste in un intervento di rimozione del tessuto adiposo in eccesso e delle pieghe cutanee nella parte centrale e bassa dell'addome, al fine di tendere la parete addominale. La dieta e l'esercizio fisico, da soli, non possono produrre questo risultato perché questa situazione è spesso accompagnata da allontanamento dei muscoli addominali fra loro ed indebolimento della parete addominale.

Trattamento post-operatorio

Dolore. Il dolore è generalmente minimo in questa operazione. Comunque sono disponibili farmaci per controllarlo, da usare sia in clinica che a casa. La tosse, lo starnutire, e tutte le altre attività che prevedono esercizio dei muscoli addominali, potranno provocare senso di fastidio e un minimo dolore.

Cicatrici. Le cicatrici che residuano dopo questo intervento si rendono meno evidenti con il tempo, ma sono permanenti. Occasionalmente può essere necessario una revisione della cicatrice in alcuni punti per ottenere il miglior risultato cosmetico possibile. Tali piccoli interventi possono essere eseguiti in anestesia locale.

Le attività sociali ed il lavoro dovranno essere ridotte per circa 2 settimane.

Le attività sportive potranno essere riprese  dopo 3 settimane mentre per gli sport più intensi sarà preferibile attendere per lo meno 4-6 settimane.

TORNA SU


BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica è eseguita per ridurre l'eccesso cutaneo e le borse palpebrali. Grazie a questa operazione si correggono, infatti, quei difetti che non solo rendono lo sguardo affaticato , ma che possono creare anche danni alla vista .

Trattamento post-operatorio

Questo tipo di intervento comporta dolore minimo, che può essere eventualmente controllato con normali analgesici. Edema, ecchimosi e discromie (gonfiore, arrossamento e variazioni di colore): queste tre manifestazioni variano da paziente a paziente e possono essere modeste o consistenti. La maggior parte dell'edema e dell'ecchimosi scompare fra il quinto e il decimo giorno, ma non è insolito che modificazioni di colore durino più a lungo. Durante questo periodo le palpebre possono apparire gonfie, irregolari ed asimmetriche.

TORNA SU


LIFTING

Il face lift è un intervento di alta chirurgia il cui scopo è il miglioramento dell' aspetto del viso. Il miglioramento viene ottenuto mediante lo stiramento della cute e dei muscoli della faccia e dove necessario, anche attraverso la rimozione o l'inserimento di grasso. Il grado di miglioramento varia da soggetto a soggetto ed è  influenzato dalle condizioni fisiche della cute,  dal grado del danno prodotto dalle radiazioni solari, dalle strutture ossee sottostanti e da una varietà di altri fattori.

Trattamento post-operatorio

II giorno dopo l'intervento la medicazione viene cambiata, le ferite vengono controllate e si applica una nuova medicazione più leggera e più piccola di quella precedente.

Il settimo giorno dopo l'intervento verranno rimossi anche i punti davanti dell'orecchio.

Due settimane dopo l'intervento, i restanti punti di sutura verranno rimossi dal cuoio capelluto. I pazienti generalmente, e in dipendenza dal grado dell'intervento, saranno normalmente presentabili nel giro di due o tre settimane.

TORNA SU


OTOPLASTICA

Esistono varie deformità dell'orecchio e ognuna di queste deve essere trattata in modo differente. L'otoplastica viene eseguita per correggere l'eccessiva protrusione delle orecchie al fine di riporle in una più normale posizione, rendendole così meno evidenti.

Trattamento post-operatorio

Dopo l'intervento il paziente accuserà, più che un dolore vero e proprio, una sensazione di fastidio, ma questa è veramente minima e comunque di breve durata e può essere ridotta o eliminata con i normali analgesici. La ferita chirurgica rimane nascosta dietro al padiglione auricolare e dunque non visibile.

TORNA SU


RINOPLASTICA

La rinoplastica è un intervento chirurgico il cui proposito è quello di migliorare l'aspetto estetico del naso e quindi del volto. Il miglioramento si ottiene mediante la riduzione ed il rimodellamento dello scheletro cartilagineo ed osseo. Il grado di miglioramento varia da individuo ad individuo ed è influenzato dalla qualità della cute e dalle dimensioni dello scheletro sottostante

Trattamento post-operatorio

La medicazione rigida verrà rimossa dopo 7 giorni ed a quel punto il naso sarà già presentabile anche se non avrà il suo assetto definitivo. Nelle prime 24 ore dopo l'intervento, potrebbe comparire un notevole edema (gonfiore) del volto, delle palpebre e del naso, accompagnato quasi sempre da ecchimosi, ma in genere il dolore è assente.
Può essere presente nelle prime 24 ore una modesta lacrimazione che scompare rapidamente. L'edema e le ecchimosi scompaiono gradatamente nel giro di 4-5 giorni.

TORNA SU


LIPOFILLING

Il lipofilling è un metodo naturale, sicuro, utile per dare maggior definizione ad alcune zone corporee come il gluteo.

Attraverso questa metodica è possibile estrarre il grasso aspirandolo da zone come le cosce o l'addome, o da qualunque altra sede di prelievo disponibile, per poi trasferirlo nella regione glutea.
Il grasso reimpiantato permane, per tutta la vita, nelle aree trattate: dal momento che si utilizzano le proprie cellule staminali presenti nel tessuto adiposo, non si possono sviluppare reazioni.

Trattamento post-operatorio

Dopo il trattamento, le pazienti saranno in grado di svolgere le loro attività abituali entro pochi giorni. Qualche fastidio conseguente alla procedura può essere controllato con farmaci. La ripresa dell'attività sociale è immediata e sarà ridotta di una settimana per le aree sottoposte al prelievo che di solito sono le cosce, i fianchi, le ginocchia, l'addome e i glutei. In questo caso per una settimana saranno limitate le lunghe camminate gli sport e gli sforzi, ma dal giorno dopo sarà possibile riprendere l'attività lavorativa in ufficio.

TORNA SU


LIFTING ENDOSCOPICO

Il Lifting Endoscopico serve per ridare compattezza e volume al viso mediante lo stiramento della pelle, il riposizionamento dei muscoli del viso e del collo.
Il lifing endoscopico non è un mini lifting, ma un vero e proprio lifting completo del volto che grazie alla tecnica endoscopica ottiene risultati migliori rispetto alle vecchie tecniche chirurgiche in voga alcuni anni fa.
È con l’avvento dell’endoscopio, tubo ottico dotato di microcamera che permette al chirurgo di seguire su uno schermo le immagini riprese durante l’intervento, che la tecnica chirurgica è stata rivoluzionata in quanto consente all’operatore di lavorare in spazi ristretti e con modalità prima impensabili.

TORNA SU